ANS Sociologi LOMBARDIA

Le nostre ricerche sociali

LA PERCEZIONE DELLA VIOLENZA DI GENERE

> RAPPORTO D’INDAGINE <

Il presente rapporto d’indagine è frutto di un lavoro di ricerca condotto dal Dipartimento Lombardia dell’Associazione Nazionale Sociologi, con lo scopo di rilevare la percezione sociale e gli atteggiamenti culturali sul fenomeno della violenza contro le donne.

CORONA VIRUS: Impatto Sociale

L’emergenza globale e la quarantena forzata da Covid-19 stanno cambiando radicalmente le nostre abitudini in ambito familiare, relazionale, sociale ed economico.  

Nessuno riesce ancora a prevedere quale sarà l’impatto che deriverà da questi cambiamenti.

Per questo, come Sociologi professionisti dell’Associazione Nazionale Sociologi – Dipartimento Lombardia, abbiamo deciso di attivare una semplice ma strutturata ricerca al fine di esplorare e comprendere al meglio questa “nuova” realtà.

Obiettivo: riuscire a dare risposte alla nuova socialità.

BULLISMO IN AMBITO SCOLASTICO

Si è conclusa la ricerca sociale “Fenomeni di Bullismo in ambito scolastico”.

I Sociologi ANS Lombardia hanno partecipato all’importante progetto di ricerca nazionale nelle scuole secondarie di secondo grado, progettato e coordinato dal Dipartimento ANS Lazio.

...altre ricerche strutturate

PERCEZIONE DEL RISCHIO E NUOVE PAURE

Questa ricerca sociale a carattere nazionale, è stata guidata dal Dipartimento Lazio.

Noi, del Dipartimento Lombardia, abbiamo partecipato e somministrato 44 questionari.

Di seguito il questionario con i  dati relativi alla nostra regione, mentre i dati completi nazionali sono stati presentati nell’ambito di un Convegno di Roma, dal tema “ Percezione del rischio e nuove paure nella metropoli e in provincia”.

MILANO: UNA VITA DA CLOCHARD

> RICERCA QUALITATIVA <

Nel fremito generale per l’Esposizione Universale del 2015, Milano si apprestava a diventare il punto di vista privilegiato sul mondo.

Innovazione, modernità e migliorie dei servizi urbani erano argomenti all’ordine del giorno.

C’era tuttavia, un altro aspetto che EXPO 2015 ha portato alla luce: la mancanza di cibo in alcune zone del mondo. Dal punto di vista sociologico, “alcune zone del mondo” significa anche dietro l’angolo di casa nostra: dalle panchine di un parco o quelle di una stazione… e riguarda in special modo i clochard. Persone che ogni giorno combattono contro il freddo, il vandalismo, la fame ma, soprattutto, l’indifferenza sociale.

I GIOVANI PROGETTANO IL FUTURO

Ai giovani sono state affibbiate le etichette più svariate, da “Bamboccioni” a “choosy”; sono stati considerati restii ad accettare la flessibilità dei contratti lavorativi, alimentando così in loro una gran voglia di trovare occupazione da altre parti nel mondo, e lasciati da soli a contrastare la grande crisi economica.

Da queste considerazioni nasce l’interesse a trovare una risposta all’interrogativo di quali siano le aspirazioni delle giovani generazioni, relativamente al proprio percorso formativo e professionale, e se siano pronte a cogliere i nuovi input provenienti dal contesto mondiale e locale, individuando professioni nuove e innovative, superando le classiche scelte, spesso trasmesse dal contesto familiare.

 
close

CIAO 👋
Piacere di conoscerti
!

Iscriviti gratis alla Newletter:
riceverai info su tutte le nostre attività

Non inviamo spam!
Riceverai solo notizie inerenti la Sociologia.

Per info: ecco la nostra Informativa privacy