Premio Cultura ANS 2014 - Associazione Nazionale Sociologi - Dipartimento Lombardia * Milano

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Premio Cultura ANS 2014

Eventi > Atti Eventi

PARTERRE DI SOCIOLOGI AL PREMIO SPECIALE CULTURA "GIORNATA DEL LIBRO ANS" CONFERITO AL PROF. CLAUDIO  DE FIORES.

Un parterre di sociologi alla consegna del premio "Speciale cultura", Giunta all’ottava edizione della "Giornata ANS del libro".   La consegna del riconoscimento al prof. Claudio De Fiores, professore ordinario di Diritto Costituzionale presso la Seconda Università di Napoli, è avvenuta nel corso dell’assemblea dell’Associazione Nazionale Sociologi, svoltasi a Roma nell’aula "Wolf" della Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione dell’Università   La Sapienza.   Il riconoscimento al costituzionalista dell’ateneo del capoluogo campano è stato consegnato dal sociologo Antonio Polifrone, Segretario Nazionale  ANS e ideatore del premio.   Lo scorso anno, il premio è stato  conferito a Matteo Orfini per la pubblicazione "Con le nostre parole".     Il prof. De Fiores, originario di Bovalino in provincia di Reggio Calabria, è l’autore   del libro "L’Europa al bivio.   Diritti e questione democratica nell’Unione al tempo della crisi" (Ed. Ediesse). La cerimonia di premiazione ha registrato la presenza del Presidente ANS Pietro Zocconali,  del padrone di casa della facoltà prof. Mario Morcellini, del prof. Paolo De Nardis, di dirigenti nazionali, regionali e dei numerosi soci ANS.
"Per la prima volta dalla sua fondazione   il fallimento dell’Unione Europea non è più soltanto un’ipotesi immaginaria", ipotizza il prof. De Fiores nel suo libro e sottolinea come "nell’arco di poco tempo, tutte le ambiguità e tutte le contraddizioni che avevano, in passato, plasmato il processo d’integrazione sono venute improvvisamente alla scoperto".   Ci troviamo di fronte a "un’unione politica senza politica, una moneta senza moneta, una forma di governo senza governo, una democrazia senza demos, un patto di stabilità che non garantisce stabilità".
Nel corso della cerimonia conclusiva della manifestazione, il dott. Antonio Polifrone ha rimarcato lo scopo primario dell’evento letterario e culturale che mira a "creare un circuito di scambio primario tra autori, libri e lettori per fare emergere la forza e l’importanza del linguaggio scritto e della comunicazione   attraverso la scrittura in un’epoca dominata dalla cultura dell’immagine e dell’apparenza, dall’altro canto con l’utilizzo dei nuovi media in particolare dei tablet e smartphone a recuperato terreno".

 
Ass. Naz. Sociologi Dip. Lombardia
Torna ai contenuti | Torna al menu