8° Giornata ANS del Libro. Premio Speciale Cultura al Prof. De Fiores - Associazione Nazionale Sociologi - Dipartimento Lombardia * Milano

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

8° Giornata ANS del Libro. Premio Speciale Cultura al Prof. De Fiores

Eventi > Atti Eventi

E’ stato assegnato al prof. Claudio De Fiores, professore ordinario di diritto costituzionale presso la Seconda Università di Napoli, autore dell'opera “L’Europa al Bivio: Diritti e questione democratica nell'Unione al tempo della crisi", il Premio Speciale Cultura dell’8° edizione della “Giornata ANS del libro”, ideato da Antonio Polifrone Segretario Nazionale dell’Associazione Nazionale Sociologi. La consegna del riconoscimento avverrà il prossimo 16 giugno nell'ambito di un convegno nazionale dell’ ANS (Associazione Nazionale Sociologi) sul tema “Turismo, Cultura e Occupazione” che si svolgerà nell'aula “Wolf” della facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione dell'Università La Sapienza (via Salaria, 113) di Roma.

«Un profondo malessere assedia oggi l’Unione Europea. In questi anni i suoi assetti interni sono stati posti a dura prova dall'incalzante crisi economica «globale». E sotto la spinta delle rivolte del Maghreb anche lo spazio di Schengen ha iniziato a scricchiolare. La libera circolazione delle persone e la moneta, le due più ambite conquiste dell’Unione, sono oggi entrambe in pericolo. Per la prima volta dalla sua fondazione il fallimento dell’Unione Europea non è più soltanto un’ipotesi immaginaria. Nell'arco di poco tempo, tutte le ambiguità e tutte le contraddizioni che avevano, in passato, plasmato il processo d’integrazione sono venute improvvisamente allo scoperto: un’unione politica senza politica, una moneta senza Stato, una forma di governo senza governo, una democrazia senza demos, un patto di stabilità che non garantisce stabilità. L’Europa è oggi di fronte a un bivio: continuare a essere un opaco luogo d’intese tecnico-normative (fra élites, giudici, poteri economici, lobbies   finanziarie, governi) oppure voltare finalmente pagina, provando a rilanciare su basi democratiche il processo d’integrazione».      

Per il sociologo Antonio Polifrone, «Scopo di questo evento letterario e culturale è quello di creare un circuito di scambio primario tra autori, libri e lettori (pubblico), al fine di fare emergere la forza e l’importanza del linguaggio scritto e della comunicazione attraverso la scrittura in un’epoca come quella che stiamo vivendo, dominata dalla cultura dell’immagine e dell’ apparenza».


 
Ass. Naz. Sociologi Dip. Lombardia
Torna ai contenuti | Torna al menu